La Cestistica San Severo cala il bis: 87-78 contro Palestrina

La Cestistica San Severo cala il bis: 87-78 contro Palestrina

Successo dei gialloneri in gara 2. Final-four ad un passo

La Cestistica San Severo conquista il match point battendo davanti al pubblico di casa pieno in ogni ordine di posti Palestrina col punteggio di 89-78. Ipotecata così la possibilità di conquistare le Final Four a Montecatini Terme, con la serie che ora si sposta nel fortino prenestino del PalaIaia. Prossimo appuntamento il 1° giugno alle 21.

La palla a due è conquistata dai laziali, le due squadre si studiano per un minuto e a sbloccarla ci pensa Ciribeni con un tiro da due. I Neri prolungano poco dopo con Ivan Scarponi e nuovamente con Ciribeni (6-0). Al 4’ minuto il solito e temutissimo Visnjic a rompere gli indugi per i laziali con la pronta reazione di Ciribeni che fa canestro sotto la lunetta. Alessandri poi tenta l’accorcio realizzando la prima tripla di partita per Palestrina ma poi Ivan Scarponi risponde allo stesso modo con una fantastica tripla che fa esplodere il pubblico di casa (12-5), con conseguente time out chiamato da Lulli. Tornati in campo, il numero 89 bianco verde fa canestro dopo una splendida azione sotto la lunetta. Al 7’ minuto i Neri di Salvemini iniziano a dilagare con Scarponi prima e Di Donato poi con 2 fantastiche triple (19-9). A fine quarto ancora Scarponi si prende il fallo nei confronti di Gatti, suoi i due tiri liberi. A pochi secondi Alessandri realizza sotto canestro. Il primo quarto finisce 24-17 per i Neri.

Il secondo quarto parte subito sull’acceleratore con un tiro da due di Di Bonaventura. Paesano tenta la rimonta ma la reazione sanseverese è immediata con Rezzano che scocca da 3. Al 4’ minuto brutto fallo subito da Bottioni che fa suo uno su due tiri liberi. Ennesimo tentativo dei laziali di farsi pericolosi con Gatti che va a segno con una tripla (32-28), ma Rezzano subisce fallo realizzando i tiri liberi. Scarponi realizza a 2 minuti dalla fine una tripla che fa esplodere di gioia il PalaCastellana (39-30), nell’ultimo giro di lancette Visnjic sbaglia due tiri liberi mentre Ciribeni ne approfitta realizzando la tripla. Il primo tempo termina con i neri in vantaggio 41-32.

Il secondo tempo si apre con la marcatura di Di Donato che realizza dotto la lunetta ma la risposta non tarda ad arrivare con Durante. Rezzano nella sua azione tenta la tripla che colpisce il ferro ma sotto canestro c’è Di Donato. Successivamente un ispirato Bottioni scocca da 3, Duranti approfitta di un’ingenuità difensiva dei dauni realizzando sotto canestro (48-43), i ragazzi di Salvemini iniziano ad attraversare il primo vero momento di crisi provati dai tre falli commessi in pochi minuti con il quarto di Malagoli. Visnjic intanto fa suoi i due tiri liberi, botta e risposta dalla linea della carità con Smorto e Rossi, Barsanti accorcia, a un minuto dall’ultima pausa Duranti fa fallo e Ciribeni non fallisce dalla lunetta con i due tiri liberi. Anche Visnjic guadagna un fallo ma con 1/2, lo paga subito dopo con il fallo che dà a Malagoli il +3. Risponde Gatti sotto misura (56-55), Duranti fa terzo fallo su Bottioni che realizza un solo tiro libero. Alla sirena Rossi scocca la tripla che consente a Palestrina di portarsi in vantaggio (57-58).

In apertura di ultimo quarto Ciribeni fa rimettere il naso avanti alla Cestistica ma Gatti reagisce subito sotto canestro. Ancora Gatti da tre riporta Palestrina in vantaggio. Al terzo minuto 2+1 di Bottioni, Barsanti reagisce con due tiri liberi, ma l’ex Napoli fa un fallo ingenuo che consente a Ciribeni di realizzare 3 tiri liberi. L’allungo decisivo arriva con il fallo commesso da Gatti, altri tre tiri liberi a segno con Di Donato ed è +8 (75-67). Al 38’ arriva anche il tecnico alla panchina, con altri liberi portati in cascina da Rezzano. Ormai la Cestistica macina a ripetizione dai liberi, nel finale s’iscrive alla fiera di Donato: 89-78 il finale.