Scoppia una rissa in carcere tra detenuti: tre finiscono in ospedale

Scoppia una rissa in carcere tra detenuti: tre finiscono in ospedale

Il violento scontro fra opposte fazioni di cerignolani e baresi

Una maxi-rissa nella quale sarebbero rimasti coinvolti un centinaio di detenuti si sarebbe verificata in mattinata nell’area passeggio del carcere di Foggia per cause ancora da chiarire. Lo rende noto con un comunicato il segretario generale del sindacato autonomo di polizia penitenziaria Cosp, Domenico Mastrulli. Tre detenuti sarebbero rimasti feriti durante la colluttazione e sono attualmente in stato di osservazione negli ospedali Riuniti di Foggia. “Secondo quanto riferisce il Coordinamento sindacale penitenziario, il violento scontro fra detenuti – si legge nel comunicato – si sarebbe scatenato tra opposte fazioni di detenuti cerignolani e baresi tra i quali vi è una vera e propria faida”. Mastrulli definisce “esplosiva” la situazione del carcere di Foggia dove “ci sono oltre 551 detenuti a fronte di una capacità ricettiva di 340 unità”. Il Cosp evidenzia “la scarsità di uomini addetti alla vigilanza: su 290 unità 40 sono impegnate in servizi di scorta e traduzioni, e mancano all’appello 70 poliziotti”.