Mafia Mattinata, sequestrato stabilimento balneare, sgomberate aree demaniali

Mafia Mattinata, sequestrato stabilimento balneare, sgomberate aree demaniali

Operazione della Polizia di Stato dopo il respingimento dell’istanza dell’imprenditore Silvestri

Il 4 gennaio scorso la polizia locale di Mattinata (Fg) ha sottoposto a sequestro preventivo alcune strutture sulla spiaggia del paese, nell’area del porto, in località Agnuli. Il sequestro è derivato dal fatto che il titolare delle concessioni, Felice Silvestri, 30 anni, non ha sgomberato le aree demaniali, dopo che gli era stata notificata l’interdittiva antimafia della prefettura di Foggia. Silvestri aveva impugnato il provvedimento, ma l’istanza è stata respinta ed è scattato il sequestro.

A fine settembre a Felice Silvestri era stato notificato il provvedimento di revoca delle concessioni demaniali marittime nel tempo ottenute dal Comune di Mattinata, per la gestione di stabilimento balneare, manufatti, un tratto di spiaggia di 820 metri quadrati nella stessa località destinato alla posa di ombrelloni e sdraio, e di un casotto in muratura, in località Casette dei Pescatori, per deposito merci.