100 anni fa nasceva la Banca di Credito Cooperativo di San Giovanni Rotondo

Presidente Palladino: «Una ragionevole follia che prosegue al servizio del territorio»

“Il 16 maggio del 1918 nasceva la Cassa Depositi e Prestiti di San Giovanni Battista, con 23 pionieri guidati dall’arciprete Giuseppe Prencipe, tutti consapevoli di essere gli attori con la somma di dieci lire di una ragionevole follia niente affatto preoccupati che la Cassa Rurale prevedesse uno statuto a responsabilità illimitata”. E’, difatto, la storia che ha accompagnato la Banca di Credito Cooperativo di San Giovanni Rotondo che prosegue nei festeggiamenti del centenario con una ragionevole follia, come ha spiegato lo stesso presidente dell’istituto di credito, Giuseppe Palladino, durante uno dei momenti più importanti dei festeggiamenti per questa ricorrenza storica.

Reciprocità, gratuità, fraternità, fiducia con cento anni di attività a sostegno del territorio, come ha ricordato lo stesso Presidente Palladino, delle famiglie e delle medie e piccole imprese, attraverso lo strumento della cooperazione. Un fitto programma di eventi tra fine aprile ed inizio maggio sia per il territorio che per i tanti soci con il clou avvenuto sabato scorso, all’interno della grande struttura coperta del Parco del Papa a San Giovanni Rotondo, quando il Premier Conte è stato ospite dell’istituto di credito assieme ad illustri professori che hanno dialogato con il giornalista, volto noto di Rai 1, Francesco Giorgino. Al Presidente del Consiglio la Banca di Credito Cooperativo ha chiesto interventi mirati e specifici.