Estorsioni e bombe a ristoranti, bar e autodemolizioni: scacco al clan mafioso Sinesi-Francavilla

Maxi operazione di DDA e Polizia. Gli arresti all’alba

Scacco al clan mafioso foggiano Sinesi-Francavilla. Stamattina la Sezione Criminalità Organizzata della Squadra Mobile di Foggia ha eseguito un’ordinanza applicativa della misura della custodia cautelare in carcere, per i reati di estorsione aggravata, acquisto e detenzione di materiale esplodente nei confronti 8 soggetti tutti appartenenti all’organizzazione mafiosa “Società Foggiana” e vicini alla “batteria” dei Sinesi-Francavilla.

L’indagine ha posto in evidenza la realizzazione sistematica di una vera e propria attività predatoria consistita in estorsioni nei confronti di commercianti operanti nella città di Foggia, costretti a versare mensilmente somme di denaro, o a cedere gratuitamente, senza corrispettivo, prodotti vari.

La batteria mafiosa reperiva il denaro necessario per il sostentamento dell’organizzazione e dei sodali detenuti, attraverso la riscossione di somme di denaro estorte ad alcuni imprenditori locali impegnati, per lo più, nel campo dell’autodemolizione e della ristorazione. Per fiaccare la resistenza delle vittime, non si facevano scrupolo di utilizzare ordigni esplosivi per danneggiare le attività imprenditoriali e vincere eventuali resistenze.