Senza assicurazione forza posto di blocco al casello autostradale: arrestato pregiudicato

Senza assicurazione forza posto di blocco al casello autostradale: arrestato pregiudicato

Pericoloso inseguimento della Polizia Stradale e auto sequestrata

Forza un posto di controllo della polizia facendo perdere le proprie tracce, rintracciato e denunciato all’autorità giudiziaria, per resistenza a pubblico ufficiale un pregiudicato foggiano. L’uomo circolava privo della copertura assicurativa. È quanto accaduto nel pomeriggio del 27 agosto scorso alle ore 14:45 circa nei pressi del casello autostradale A14 di Foggia.

Una pattuglia della SottoSezione Polizia Autostradale di Foggia durante l’attività volta alla prevenzione e repressione dei reati in genere nell’ambito della vigilanza in autostrada, mentre stava effettuando un posto di controllo al casello del capoluogo dauno, ha intimato l’alt al conducente di una Mercedes classe A.

Questi dapprima ha fatto intendere di voler ottemperare all’alt, di seguito ha accelerato bruscamente l’andatura della sua autovettura, puntando dritto verso l’operatore di polizia. Nel corso del successivo inseguimento, il fuggitivo ha posto in essere una serie di manovre pericolose, con repentini cambi di direzione, percorrendo anche tratti di strade in controsenso, mettendo in serio pericolo la propria incolumità, quella dei poliziotti ma, soprattutto, quella di altri utenti della strada. Nonostante le ricerche fossero state diramate anche a tutte le altre pattuglie della Polizia Stradale e delle Volanti della Questura, il fuggitivo ha fatto perdere le proprie tracce.

Le successive, serrate, indagini della squadra di P.G. della SottoSezione di Polizia Stradale, hanno permesso di identificare il conducente dell’auto, D.C. foggiano di 42 anni, pregiudicato, il quale, richiamato alle proprie responsabilità, ha ammesso di essere fuggito perché privo di copertura assicurativa. L’uomo, oltre alla lunga serie di contestazioni per le violazioni al Codice della Strada, è stato segnalato all’autorità giudiziaria per resistenza a Pubblico Ufficiale. L’auto è stata posta sotto sequestro amministrativo.