Celebrati ad Orta Nova i funerali della donna uccisa dall’ex genero

Il parroco: «Stiamo distruggendo la famiglia»

«Abbiamo bisogno di fermarci, di fare silenzio e riflettere su quello che accade nei nostri piccoli centri. Riflettere sulla vita, riflettere su parole come famiglia che stiamo distruggendo continuamente». Lo ha detto nell’omelia don Donato Allegretti, parroco della chiesa Beata Maria Addolorata, che questa mattina ha celebrato i funerali di Filomena Bruno, la donna di 53 anni uccisa lunedì sera dall’ex compagno della figlia 21enne, Cristoforo Aghilar, ora in carcere con l’accusa di omicidio premeditato.

«Diciamo di voler amare ma non sappiamo farlo – ha aggiunto il parroco -. Filomena è stata uccisa da Caino in preda alle sue passioni che non ha saputo controllare. Violenza genera sempre altra violenza e finiamo per divenire disumani». Un lungo applauso ha poi accompagnato il feretro all’uscita dalla chiesa. Tra i banchi anche la giovanissima figlia della vittima che nei giorni scorsi ha anche tentato di togliersi la vita.