Agguato a Manfredonia: spari contro il fratello del boss dei montanari

Sul caso indagano i Carabinieri. La vittima è rimasta illesa

Agguato nella serata di ieri alla periferia di Manfredonia. Ignoti avrebbero esposto colpi d’arma da fuoco all’indirizzo di Leonardo Miucci detto Dino, 40enne imprenditore edile.

Sei bossoli calibro 7,62 sono stati ritrovati sull’asfalto nella zona industriale di Macchia-Monte San’Angelo dopo la segnalazione di un finanziere che ha immediatamente allertato i Carabinieri.
Illesa la vittima ritenuta al vertice del clan dei montanari Li Bergolis-Miucci, a braccetto con suo fratello Enzo quest’ultimo finito nel carcere di Foggia pochi giorni fa nel blitz “Friends” per traffico di droga.

Rivali dei montanari i Lombardi-Ricucci-La Torre colpiti l’11 novembre scorso dall’uccisione di uno dei capi, Pasquale Ricucci, ucciso sotto casa sua a Macchia Libera, nel territorio di Monte Sant’Angelo. Il tentato omicidio di Dino Miucci potrebbe essere la risposta a quel fatto di sangue.