Allarme racket rifiuti: incendio distrugge 25 mezzi azienda raccolta

Allarme racket rifiuti: incendio distrugge 25 mezzi azienda raccolta

Nel mirino l’impresa campana Buttol: a fuoco il deposito della zona aritiganale

Un incendio di natura dolosa ha distrutto un deposito della ditta Buttol, impresa campana che si occupa della raccolta di rifiuti nel comune di San Severo. Secondo una prima ricostruzione dell’accaduto, alle prime luci dell’alba, ignoti dopo essersi introdotti nell’area del deposito, in via Tardio, nella zona artigianale. hanno cosparso liquido infiammabile in più punti provocando un enorme rogo che ha distrutto 25 mezzi della ditta, in gran parte compattatori anche abbastanza nuovi (l’incendio avrebbe risparmiato l’isola ecologica). Sul posto sono intervenuti i Carabinieri e i Vigili del fuoco con diverse squadre.

In queste ore il Comune sta valutando eventuali problemi sul servizio di raccolta a partire da domani: purtroppo il parco mezzi è stato completamente azzerato dal rogo e questo potrebbe comportare alcuni disagi in una prima fase. Dal Comune fanno sapere che il contratto con la ditta Buttol è in scadenza a febbraio.

Controlli a campione sono stati effettuati sulla qualità dell’aria a San Severo in seguito all’incendio che all’alba ha distrutto 25 mezzi per la raccolta dei rifiuti, sprigionando una densa nube di fumo nero che preoccupa i cittadini. «I picchi di diossina non sarebbero preoccupanti», scrive su Facebook il sindaco Francesco Miglio, precisando che «il vento spinge i fumi fuori dal centro abitato». «Nelle prossime ore – aggiunge – verrà diramato un avviso per stabilire le modalità del conferimento dei rifiuti per i prossimi giorni e fino all’arrivo di altri mezzi».

Il comitato straordinario per la sicurezza convocato dal prefetto di Foggia per martedì prossimo, in cui si discuterà dell’incendio, sarà riunito nel Comune di San Severo. Un modo – fa sapere la Prefettura – per dimostrare vicinanza delle istituzioni e al territorio.

Nei mesi scorsi altri episodi simili si sono verificati sempre in comuni del Gargano dove i piromani hanno distrutto decine di mezzi del servizio di rifiuti. Da luglio dello scorso anno sono già quattro gli incendi che hanno riguardato aziende per la raccolta di rifiuti nel Foggiano. A luglio 2019 furono distrutti 33 mezzi della Tekra a San Giovanni Rotondo; a ottobre furono incendiati 13 autocompattatori della ditta Tecneco a Chiuti, poi una settimana più tardi fu avvolto dalle fiamme il capannone della Sia a Carapelle. L’episodio di San Severo riaccende i riflettori nel Foggiano dove dall’inizio del’anno si stanno registrano attentati e omicidi. Una era e propria sfida contro lo Stato che ha potenziato l’organico delle forze dell’ordine.

Lascia un Commento