Nel primo pomeriggio la Squadra Mobile di Foggia ha tratto in arresto tre pericolosi latitanti trovati insieme in una cava di Apricena.

Si tratta di Scirpoli Francesco, Angelo Bonsanto e Pietro La Torre. Scirpoli e Bonsanto erano evasi dalla Casa Circondariale di Foggia il 9 marzo, mentre La Torre si era reso irreperibile sin dallo scorso anno, dovendo espiare una pena detentiva a due anni e 8 mesi di reclusione.

I tre latitanti catturati sono elementi criminali di spicco e sono considerati contigui al clan mafioso dei Romito che è contrapposto a quello dei Li Bergolis in una faida che insanguina il Gargano. L’attività investigativa è stata coordinata dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Bari. L’unico detenuto non ancora ritrovato è Cristoforo Aghilar.