I militari della Compagnia di Cerignola hanno arrestato per “maltrattamenti in famiglia” e denunciato per estorsione una donna di Cerignola, già nota alle forze dell’ordine.

Quando, alcuni giorni fa, i Carabinieri sono intervenuti, la donna stava inveendo contro l’anziana madre, presso l’abitazione di quest’ultima, minacciandola per avere la somma di 200 euro. I militari la hanno subito bloccata e identificata, trovandola in possesso di un grosso coltello da cucina, custodito nella borsa, con cui poco prima la donna aveva minacciato la madre. Gli immediati accertamenti dei Carabinieri hanno consentito di appurare che la donna già in altre circostanze aveva costretto con le minacce i suoi genitori a consegnarle varie somme di denaro, cagionando loro uno stato di paura e preoccupazione per la propria incolumità.

Condotta negli uffici della locale Compagnia Carabinieri è stata arrestata per maltrattamenti in famiglia. Dopo le formalità di rito, su disposizione della Procura della Repubblica di Foggia, la stessa è stata associata al carcere di Foggia. Dopo la convalida dell’arresto, il Gip del Capoluogo ha emesso nei suoi confronti la misura cautelare del divieto di avvicinamento e di comunicazione con i genitori.