L’alcool di contrabbando donato dalla Guardia di Finanza agli ospedali per ‘trasformarlo’ in prodotti sanificanti. Il comando provinciale di Foggia ha ceduto alla protezione civile di Milano, agli ‘Ospedali Riuniti’ di Foggia e all’Istituto zooprofilattico sperimentale di Puglia e Basilicata, 22.500 litri di alcool etilico per la produzione in house di sanificanti che saranno messi a disposizione di laboratori clinici e strutture ospedaliere della città di Milano e della provincia di Foggia.

Si tratta di una seconda cessione di alcool etilico – la prima, di circa 10.000 litri di alcool, fu fatta ad aprile a favore dell’ospedale ‘Casa Sollievo della Sofferenza di San Giovanni Rotondo e della Asl di Foggia – che proviene dallo stesso maxi sequestro eseguito dai finanzieri della compagnia di Manfredonia nel febbraio scorso durante un’operazione di polizia.

Vista la carenza sul mercato di alcool etilico e di prodotti a base alcolica per la sanificazione, che perdura dalle prime fasi dell’emergenza Covid-19, è pervenuta dagli enti oggetto della donazione la richiesta di potersi rifornire dell’alcool etilico sequestrato da destinare alla produzione di preparati per la sanificazione degli ambienti ospedalieri e dei laboratori clinici.

Le Fiamme Gialle hanno quindi avviato i contatti con l’autorità giudiziaria per il dissequestro del prodotto e la successiva cessione così disposta: 19.500 litri alla protezione civile di Milano; 2.000 litri agli Ospedali Riuniti di Foggia e 1.000 litri all’Istituto zooprofilattico sperimentale di Puglia e Basilicata. I trasferimenti dell’alcool sono avvenuti sotto la scorta dei militari della Compagnia della Guardia di Finanza di Manfredonia.