Quasi 100mila euro raccolti nelle prime 24 ore. È il risultato straordinario registrato nella gara di solidarietà che vede come protagonista Rocco Augelli, il calciatore 35enne di San Giovanni Rotondo affetto da una rara forma di tumore cerebrale. Un male che circa due anni fa lo ha costretto ad abbandonare il rettangolo di gioco e ad interrompere la sua carriera di bomber, con oltre 200 reti segnati nei campionati di Eccellenza pugliese.

Ma la partita più importante, Rocco, la sta giocando adesso: da capitano di una squadra composta dai familiari, amici, tifosi e gente comune che, attraverso la piattaforma Gofundme, stanno partecipando ad una raccolta fondi per salvargli la vita.

Un’idea della sua fidanzata Carmela. Obiettivo: raggiungere la cifra di 200mila euro, il denaro necessario per sottoporlo ad un costosissimo trattamento sanitario in Germania. La speranza di porre fine ad un lungo calvario cominciato nel 2018 e proseguito tra ricoveri, ospedali, interventi chirurgici e  sedute di chemio e prontoterapia. Sino ad un nuovo peggioramento della malattia, proprio durante i mesi del lockdown, che rende necessarie cure più incisive e anche più salate.

Ma all’appello via web stanno rispondendo in tantissimi, grazie ad un tam tam scattato su social network, chat di WhatsApp e siti internet: una catena di solidarietà che ha portato a raccogliere, sino a questo momento, la cifra record di oltre 91mila euro in pochissime ore. Quasi la metà della somma finale.

Un assist d’amore per il campione nella speranza che possa realizzare il gol più importante della sua vita.