Nell’ambito dei controlli ad Alto Impatto della Polizia di Stato nel comune di Cerignola è stato denunciato in stato di libertà un pregiudicato 38enne per false attestazioni a pubblico ufficiale, simulazione di reato e tentata truffa. L’uomo aveva denunciato il furto della sua autovettura presso il commissariato di Barletta e successivamente si era recato a formalizzare la denuncia di furto presso il commissariato di Pubblica Sicurezza di Cerignola. Le successive indagini hanno permesso di accertare che l’auto non si era mai allontanata da Cerignola e, pertanto, l’uomo ha poi ammesso di aver organizzato il tutto per truffare l’assicurazione.

I controlli hanno portato inoltre all’arresto di un 22enne con piccoli precedenti di polizia per detenzione ai fini di spaccio di 24 cipolline di cocaina e sette stecchette di hashish. Nei guai è finito anche un minorenne incensurato sorpreso con 84 bustine di hashish, sei grammi di cocaina e 1634 euro in contanti.

Per quel che riguarda i reati di furti e ricettazione sono stati arrestati due pregiudicati e denunciati altri due soggetti per il furto di tre mezzi pesanti e inoltre gli agenti hanno sequestrato numerosissime parti di veicoli. Rinvenuta e sequestrata anche una macchina operatrice del valore di 150 mila euro rubata il 7 ottobre scorso nel teramano e infine recuperata un’autovettura rubata a Bari.