Due bombe carta custodite nel negozio, ma in casa ne avevano nascoste altre 33. Per questo motivo padre e figlio sono stati arrestati. E’ accaduto Cerignola, dove anche durante le festività è continuata in maniera incessante l’attività di controllo del territorio, con il servizio ad Alto Impatto.

In manette sono finiti un 57enne pluripregiudicato cerignolano, affidato ad uns comunità semiresidenziale di Foggia e il figlio 23enne incensurato per il reato di detenzione illegale di materiale esplodente con rischio potenziale elevato.

La scoperta è avvenuta nel corso di una perquisizione all’interno dell’esercizio commerciale gestito dal ragazzo, dove la polizia ha recuperato due bombe carta. Gli agenti hanno cosi deciso di estendere i controlli nell’abitazione condivisa con il padre e li hanno rinvenuto altre 33 bombe dello stesso tipo.

Il 57enne pluripregiudicato, su disposizione dell’autorità giudiziaria competente è stato rinchiuso nel carcere di Foggia, mentre per il figlio 23enne sono stati disposti gli arresti domiciliari.