Medico arrestato per violenza sessuale all’interno dell’Ospedale di Manfredonia

Accusato di 5 abusi tra 2004 e 2019 nei confronti di cinque pazienti tutte tra i 30 ed i 40 anni

Un medico di 65 anni dell’ospedale di Manfredonia è stato raggiunto da una ordinanza di custodia agli arresti domiciliari e dal divieto di esercitare la professione per sei mesi, con l’accusa di violenza sessuale nei confronti di cinque pazienti, tutte tra i 30 e i 40 anni. Il provvedimento, emesso dal gip del Tribunale di Foggia, è stato eseguito dalla Polizia, per 5 episodi avvenuti tra il 2004 e il 2019: uno nel 2004, uno nel 2005, due nel 2017 e uno nel 2019.

E’ accusato di aver prospettato patologie inesistenti provocando uno choc tale da rafforzare l’affidamento a lui, o di aver sostenuto la necessità di approfondimenti diagnostici, specie con l’uso di un ecografo, incoerente in quei casi. E di essersi a volte comportato come per una visita ginecologica quando invece si trattava di patologie del tutto diverse: alla spalla, all’addome, allo sterno, a un tallone.