Rapinarono un’anziana nella propria abitazione di Anzano di Puglia nella provincia di Foggia lo scorso 21 dicembre. Entrarono nell’abitazione a volto coperto e armati di un coltello minacciarono l’80enne, le strapparono una collana d’oro dal collo, si fecero consegnare la somma di 105 euro e il telefono cellulare, e poi chiusero l’80enne nell’appartamento.

Per tutto questo i Carabinieri hanno tratto in arresto tre soggetti di 27, 31 e 36 anni originari di Scampitella in provincia di Avellino. I tre malviventi sono stati incastrati grazie all’acquisizione di numerosi filmati di videosorveglianza che hanno permesso di ricostruire l’accaduto: due hanno agito all’interno della casa della povera vittima, l’altro invece era all’esterno per assicurare la rapida fuga dei complici. Uno dei tre ha anche confermato l’accaduto negli uffici dei Carabinieri di Cerignola, fatto questo che ha scatenato l’ira degli altri due complici intenzionati a procurarsi una pistola per farlo fuori dopo la confessione ai militari.

La Procura di Foggia ha perciò emesso l’ordine di arresto per i tre, accusati di rapina pluriaggravata in concorso, per i quali si sono aperte le porte del carcere.