Giro di vite sullo spaccio di droga in vista dell’estate nell’area garganica. I Carabinieri hanno intensificato infatti nell’ultimo periodo le attività di contrasto al traffico di sostanze stupefacenti tra Manfredonia e Vieste. Il bilancio è di 10 arresti in flagranza di reato, oltre a 3 persone deferite in stato di libertà con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio. Complessivamente sono stati sequestrati circa 800 grammi di sostanza stupefacente tra cocaina e hashish, oltre alla segnalazione di 28 assuntori alla Prefettura.

Nel dettaglio, i Carabinieri di Vieste arrestato un 26enne del luogo trovato in possesso di 50 grammi di cocaina e denunciato altri due coetanei per possesso di materiale idoneo al confezionamento dello stupefacente in dosi. Sempre a Vieste, un 19enne è stato sorpreso dai militari dell’Arma durante la vendita di hashish ad altri giovani della zona, mentre un 20enne è stato bloccato dopo aver tentato la fuga per sottrarsi al controllo: con sè aveva numerose dosi di cocaina e hashish. Altri due 20enni sono stati sorpresi mentre spacciavano in pieno pomeriggio nella centrale piazza del borgo ottocentesco di Vieste, luogo in cui avvenivano gli scambi. La Tenenza di Vieste ha effettuato inoltre perquisizioni in due abitazioni arrestando un 30enne che occultava in camera da letto 50 grammi di cocaina e 200 grammi di hashish, nonché un 25enne sorpreso a confezionare dosi di hashish.

A Manfredonia, invece, le forze dell’ordine hanno arrestato un 50enne che, in un terreno adiacente la propria abitazione, aveva nascosto in due barattoli cocaina e hashish destinati allo spaccio, mentre un 22enne sottoposto ai domiciliari è stato sorpreso a vendere hashish a due minorenni. Infine, un altro 50enne di Manfredonia è stato arrestato poiché trovato con numerose dosi di cocaina, mentre un 20enne è stato deferito in stato di libertà poiché, per eludere un controllo, aveva tentato di ingerire un pezzo di hashish.