Nella mattinata del 14 febbraio gli Agenti della Polizia di Stato addetti all’Ufficio Infortunistica della SottoSezione Polizia Autostradale di Foggia, durante un’attività di verifica del tratto autostradale dell’A14 ricompreso tra i caselli autostradali di San Severo e Foggia per accertamenti relativi alla definizione di un incidente stradale con soli danni del giorno 13.02.2019 (che vedeva coinvolte una autovettura ed una capra al Km. 527+100 sud), notava poco più avanti, un’altra “Capra”, di dimensioni importanti, che vagava, zigzagando, tra la corsia di emergenza e la rete di recinzione.

Percependo il grave pericolo per gli utenti in transito, in considerazione del tratto di strada che in quel punto è in curva volgente a sinistra, limitando, di fatto la visibilità e di conseguenza, i tempi di reazione per eventuali frenate, soprattutto dei mezzi pesanti, l’Unità specializzata di Polizia Stradale si adoperava con ogni mezzo, al fine di presegnalare la presenza dell’ovino al flusso veicolare, in stretto contatto radio con il Centro Operativo Polizia Stradale di Bari e l’ausilio di Personale della viabilità di Società Autostrade per l’Italia. Le operazioni per la messa in sicurezza dell’animale si sono rivelate più complesse del previsto, in quanto la capra saltava più volte il guard – rail centrale delle carreggiate, mettendo in serio pericolo sia gli operanti che gli occupanti delle autovetture che in quel momento transitavano su entrambe le direzioni di marcia. L’esperienza dettata da anni di militanza nella Specialità di Polizia Stradale, nonché una buona dose di fortuna, hanno voluto che sopraggiungessero due autoarticolati, circolanti uno in corsia di marcia e l’altro in sorpasso, che, opportunamente presegnalati e fatti convergere, quasi a ridosso dell’animale, offrissero una buona copertura per operare in sicurezza al recupero della Capra che veniva assicurata con una fune al margine esterno del tratto autostradale, consentendo di far riprendere regolarmente la circolazione veicolare.

Una storia a lieto fine ha avuto la vicenda, grazie alla presenza della Polizia Stradale sul territorio autostradale di competenza della SottoSezione di Foggia, per la cui vicenda è stato individuato il proprietario dell’ovino, a cui è stata affidato l’animale che da accertamenti ulteriori era risultato oggetto di furto.